Fila stracca

<> Anomalia senza ano né malia,
amore senza more,
abaco senza baco,
anestetico non è estetico,
brutto senza rutto,
banale non è anale,
ieri tu non c'eri,
bella non è ella,
io non sono dio.
Pazzesco ma non esco.
Pirata per la rata
della tivù colorata.
Nevischio sopra il vischio.
Così potrà bastare
per farsi bastonare?
Cazzo sono pazzo!
Figa sono matto!
Matto senza ratto
e quasi al terzo atto...
Noia non è naja;
Naja è sempre noia. Segue
Rabbia non c'è chi non l'abbia.
Livore a tutte l'ore.
La morte è qui vicina,
sarà una morticina,
che torna dalla Cina;
se non è una bugia
sarà un'ideologia,
un'illusione pia
ch'è stata anche la mia,
ed ora caccio via.
Poi vado nella strada,
sperando non sia rada,
ed ecco trovo Ada.
Perché Ada si rade?






Di certo lei non osa:
non è come una Rosa...
Una Rosa che osava!
Di tutto senza tatto.
Poi aveva le tette!
Si sa che con le tette
non si può aver la tattica,
tutt'al più qualche natica ,
se proprio sei simpatica. segue
Scopiamo sono allegro,
felice d'essere matto
e volevo essere negro.
Matto perché non ho il coraggio
di dichiarare il vero.
il vero sai lo celo,
lo celo sotto un velo,
un telo arcobaleno,
color della follia,
follia che non falla
a distinguer però
il falso dal vero.

(Milano 1975)


" Chi parla di rivoluzione e di lotta di classe senza riferirsi esplicitamente alla vita quotidiana, senza comprendere ciò che vi è di sovversivo nell'amore e di positivo nel rifiuto radicale di tutte le costrizioni, si riempie la bocca di un cadavere "
( Comité Enrage Internationales Situazionniste -

- Parigi maggio 1968)


Le  raccolte di Bernardo d'Aleppo

COCCODRILLI  1975-1978
pag.1


FILASTRACCA





COCCODRILLI: pag.2 - pag.3 - pag.4
pag.5 - pag.6 - pag.7 - pag.8 - pag.9  - pag.10



GERBILLI pag.1

MANDRILLI

Menù d'amore
grafica, gastronomia e poesia


I RACCONTI
dall'erotismo alla favola


I  GIALLI
2 gialli brevi in sequenza


OPERE
DI POESIA E GRAFICA